Riprendiamo da Nigrizia un commento di Danilo Giannese sull'accordo di Addis Abeba (ecco il link: abituati alla guerra). Undici Paesi africani hanno firmato un accordo per assicurare la pace e la stabilità nella RD Congo orientale, falcidiata, ormai da più di quindici anni, da guerre di vario genere e continui movimenti forzati della popolazione. 
A Goma e dintorni c’era grande curiosità su quello che sarebbe accaduto nei giorni successivi.
Presto detto. Dopo solo qualche ora dall’accordo il Nord Kivu è scivolato ancora una volta nel sangue e nella distruzione. Se possibile, con ancora più veemenza di prima. A Kitchanga, una cittadina a nord-ovest di Goma, è accaduto che l’esercito congolese e i ribelli Mai Mai del gruppo APCLS (Alleanza dei patrioti per un Congo libero e sovrano) abbiano ripreso a farsi la guerra mandando all’aria ogni possibile ipotesi di alleanza di cui si parlava fino a pochi giorni prima. La cittadina è stata completamente rasa al suolo.
Non solo. A versare benzina sul fuoco è accaduto quello che proprio non ti aspetti. I ribelli del M23 si sono divisi e hanno iniziato a farsi la guerra tra di loro provocando vittime anche tra i civili.
Ora la domanda è: chi è l’M23? Chi tratterà a Kampala con il governo di Joseph Kabila?
La voce che circola in queste ore è che il presidente congolese sarebbe in trattativa con l’M23 di Makenga, fatto, questo, che fa dire a Runiga e Ntaganda che Makenga sarebbe un traditore “perché si è fatto comprare da Kabila”.Ma anche se il governo congolese dovesse raggiungere un accordo con questa parte del gruppo ribelle, per esempio integrandone i suoi uomini nelle fila dell’esercito, come la mettiamo con l’altra fazione dell’M23 che di certo non interromperà le violenze? E che dire dei ribelli di APCLS e di tutti gli altri numerosi gruppi armati attivi in questa parte del Congo la cui sfortuna sembra essere proprio quella di essere ricchissimo di minerali preziosi?
Ecco perché le parole “pace” e “accordo”, in questa parte del mondo, vanno quantomeno prese con le pinze.