Katanga (RDC) -  lavaggio del cobalto grezzoArticoli e rapporti recenti di diverse fonti sottolineano il permanere nella RDC di un grado altissimo di corruzione e di arricchimenti illeciti, che tocca i massimi livelli del governo (il presidente Kabila ed il suo entourage), e di un’inefficienza clamorosa della macchina statale (fisco “colabrodo”, aziende statali come Gecamines al tracollo, controllo e sicurezza del territorio inesistenti, con scorrerie continue di bande armate, sopraffazioni della popolazione anche da parte dello stesso esercito che dovrebbe difenderla, assenza di un minimo di regole e controlli per il rispetto dell’ambiente e dei diritti dei lavoratori).
Ciò fa sì che la popolazione viva immersa nella povertà, nella violenza, e nell’inquinamento ambientale, anche se la RDC è un grande produttore di coltan (minerale ricco di niobio e tantalio), fra i maggiori produttori di minerali di rame ed il maggiore produttore ( circa 60% della produzione nel 2016) di cobalto (spesso cobalto e rame si trovano combinati nel minerale di rame), oltre che di stagno, tungsteno, oro, diamanti, etc.
Il cobalto è oggi essenziale per la produzione di batterie agli ioni di litio (telefoni cellulari, auto elettriche), e con l’affermarsi dell’auto elettrica il suo consumo è destinato ad un boom; la maggior parte degli osservatori pensa che nei prossimi decenni non si possa prescindere dalle miniere congolesi, anche se l’instabilità e l’insicurezza del paese, o forse l’eccessiva esosità degli interlocutori, portano alcune aziende (v. First Cobalt) a cercare il minerale altrove (Canada), e anche se nei laboratori si stanno studiando alternative al cobalto.
Ma in generale la forte attrattività delle miniere congolesi rimane, per l’abbondanza del minerale, per il bassissimo costo della mano d’opera, che ovviamente non ha protezioni sindacali, la fiscalità favorevole o comunque aggirabile, la labilità delle regole e dei controlli sulla sicurezza nel luogo di lavoro.
Lavorare in una miniera è sempre pericoloso, ma il rischio diventa estremo nelle cosidette “miniere artigianali” che pullulano, fuori controllo, intorno alle miniere “ufficiali” dei grandi concessionari come l’anglo-svizzera Glencore o la cinese Huayou Cobalt. I grandi trader del minerale di cobalto grezzo congolese, come del coltan, specialmente di quello estratto artigianalmente, sono cinesi, e la raffinazione avviene per lo più in Cina.
In queste miniere purtroppo viene anche sfruttato pesantemente il lavoro minorile, come è stato messo in evidenza da diverse inchieste giornalistiche, e da un precedente articolo di questo sito sullo stesso argomento.
Qui di seguito un elenco di riferimenti utili per un approfondimento.
 
Everyone wants cobalt, but few want to get tangled up in the world’s largest producing nation
https://qz.com/1087495/cobalt-miners-are-leaving-dr-congo-for-canada-and-europe-to-meet-demand/
The battery market’s DRC dependency can only grow, says Benchmark
http://resourceclips.com/2017/05/03/cobalt%E2%80%99s-congo-conundrum/
Globalwitness.org: REGIME CASH MACHINE - How the Democratic Republic of Congo’s booming mining exports are failing to benefit its people
https://www.globalwitness.org/en/campaigns/democratic-republic-congo/regime-cash-machine/ 
All the President's Wealth: The Kabila Family Business
http://pulitzercenter.org/reporting/all-presidents-wealth-kabila-family-business
Sky News Special Report : Inside the Congo cobalt mines that exploit children, february 2017
https://www.youtube.com/watch?v=JcJ8me22NVs
Democratic Republic of Congo: Government must deliver on pledge to end child mining labour by 2025
https://www.amnesty.org/en/latest/news/2017/09/democratic-republic-of-congo-government-must-deliver-on-pledge-to-end-child-mining-labour-by-2025/
CBS News: Congo's child labor spurs demand from Apple, Tesla for ethically produced cobalt
https://www.cbsnews.com/news/congo-child-labor-apple-tesla-cobalt/
Go to top