Le risorse naturali del Congo sono, paradossalmente, la causa della sua disgrazia e della violenza imposta alla popolazione (la mostra itinerante che su questo tema Tumaini organizza per le scuole è disponibile anche  in versione pdf scaricabile; v. qui per una descrizione; v. anche inchiesta sul Coltan, RAI3/2008). Importanti sviluppi nel senso della certificazione volontaria delle fonderie che trattano il coltan per ricavarne il tantalio da fornire alle società dell'industria elettronica, a seguito dell'impegno a mettere in pratica protocolli di "buone pratiche" e accettare controlli, sviluppi  intervenuti all'inizio del 2014 grazie all'opera della CFSI (conflict-free sourcing initiative), fanno pensare che il problema delle miniere illegali, con la sua scia di sangue e di violenza, sia forse avviato a soluzione. Va detto però che la questione della "certificazione d'origine controllata" presenta anche  aspetti controversi ed effetti collaterali di cui conviene tener conto (v. argomento coltan).