Nel marzo scorso un forte cattivo odore ha attirato l'attenzione dei residenti di un villaggio in prossimità di Kinshasa (BBC News 6 aprile 2015). Sono  stati ritrovati almeno 421 corpi. Human Rights Watch ha sollevato il sospetto che fra quei corpi ci siano quelli di persone uccise durante le proteste antigovernative di gennaio 2015. Il governo sostiene che i corpi sono stati sepolti tutti nello stesso giorno, ma in tombe individuali, e non in  una fossa comune, e che non procederà ad alcuna riesumazione per tentare i  riconoscere i corpi.