Dopo quattro giorni di proteste e scontri nella Repubblica Democratica del Congo in cui sono morte 42 persone, il senato ha approvato la legge sulla riforma elettorale senza l’articolo contestato dall’opposizione.
L’articolo 8, che prevedeva l’organizzazione di un censimento prima delle elezioni del 2016, avrebbe prolungato il mandato del presidente Joseph Kabila, che è stato accusato di non voler rispettare il processo democratico per restare al potere.

proteste anti presidente kabila a kinshasa 2015.01.19   foto agenzia reutersLe proteste sono cominciate a partire dal 19 gennaio, con l’avvio della discussione in senato sulla legge elettorale, prima a Kinshasa, per diffondersi poi anche a Goma, nell’est del paese.