Si è conclusa con un amaro ritorno in Italia la vicenda  di 24  famiglie, che da novembre erano a Kinshasa per riportare in Italia i figli adottivi di origine congolese, e che avevano ormai concluso il lungo iter previsto per le adozioni, affrontato con il sostegno di agenzie e associazioni italiane specializzate nella materia.

Anche il ministro Kyenge si sta interessando della questione (v. articolo sul sito web dell'associazione Aibi).

E' possibile che il governo congolese in tempi ragionevoli possa riprendere in esame i dossier di queste famiglie, anche se l'esito non è garantito. Ne  riferisce Internazionale.it, che ha seguito la vicenda con una serie di articoli.