Congo, Cobalto e Povertà

pubblicato: Domenica, 26 Novembre 2017 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti: cobalto kabila poverta

Articoli e rapporti recenti di diverse fonti sottolineano il permanere nella RDC di un grado altissimo di corruzione e di arricchimenti illeciti, che tocca i massimi livelli del governo (il presidente Kabila ed il suo entourage), e di un’inefficienza totale della macchina statale (fisco “colabrodo”, aziende statali come Gecamines (un tempo fiore all'occhiello dello stato congolese) ormai al tracollo, controllo e sicurezza del territorio inesistenti, con scorrerie continue di bande armate, sopraffazioni della popolazione anche da parte dello stesso esercito che dovrebbe difenderla, per non parlare dell’assenza di un minimo di regole per il rispetto dell’ambiente e dei diritti dei lavoratori).

  30 giugno 1960: viene proclamata l'indipendenza del Congo

pubblicato: Domenica, 2 Luglio 2017 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti: Lumumba

La cerimonia di proclamazione dell'indipendenza dell'ex Congo Belga avviene alla presenza di re Baldovino del Belgio, che nel suo discorso esalta,  in modo forse incosapevolmente provocatorio, il ruolo positivo del suo avo Leopoldo del Belgio, e poi del governo belga, nel processo di crescita e maturazione del Congo a partire dal 1884, invitando i nuovi governanti a non stravolgere quanto di buono era stato fatto. Pura retorica, essendo ormai storicamente dimostrato che Leopoldo in persona prima, e il governo belga poi, sono stati solo degli avidi sfruttatori senza scrupoli.

  Gli ultimi 100

pubblicato: Sabato, 1 Luglio 2017 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti: poverta

La rivista  Forbes ogni anno stila la lista delle 100 persone più ricche al mondo.  Nel 2017, grazie ad un patrimonio di circa 86 miliardi di dollari Bill Gates, fondatore di Microsoft, si è confermato al primo posto della classifica stilata da Forbes, seguito da Warren Buffet (finanziere) e dal fondatore di Amazon, Jeff Bezos. Di fronte alla ricchezza spropositata accumulata dai 100 personaggi più prosperi del pianeta, qualcuno ha deciso di occuparsi anche di quelli più poveri.

  Come ridurre gli incidenti dovuti al traffico pesante nell'Africa dell'Est

pubblicato: Mercoledì, 14 Giugno 2017 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti: Trasporti

Un'agenzia interstatale, la NCCTCA (agenzia di coordinamento per i trasporti e il transito nel corridoio nord), si propone di realizzare a breve termine 141 punti di parcheggio, ristoro e alloggio, dotati anche di supermercati e banche, di centri di pronto soccorso e cura (abilitati anche per interventi anti AIDS), di stazioni di rifornimento e officine di riparazione veicoli, sia per veicoli commerciali che per trasporto passeggeri, con l'obiettivo di ridurre gli incidenti dovuti al traffico pesante nell'Africa dell'Est, e all'affaticamento eccessivo degli autisti.

  Eppur si muove: il sogno della ferrovia transafricana

pubblicato: Lunedì, 12 Giugno 2017 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti: Trasporti

La ferrovia Trans-Africana potrebba trasformare il commercio regionale. Il vecchio sogno anglosassone di costruire una ferrovia transcontinentale di collegamento tra oceano Atlantico e Indiano sta diventando una realtà grazie a finanziamenti cinesi. Attraversando il cuore dell'Angola, passando per la “copper belt” della Repubblica democratica del Congo e dello Zambia, per poi finalmente raggiungere un nuovo porto in fase di realizzazione in Tanzania, la ferrovia ha il potenziale per integrare paesi che fino ad ora sono stati divisi anche da barriere linguistiche e culturali lasciate da inglesi, belgi e portoghesi.

  I poveri sono destinati a diventare sempre più poveri? Il caso Africa

pubblicato: Lunedì, 12 Giugno 2017 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti: poverta

Il sito Global Justice Now pubblica un'interessante analisi dei flussi finanziari da e verso l'Africa. Lo studio fa riferimento a dati del 2015 e mostra come i flussi in entrata (prestiti, rimesse, aiuti, ...) siano ammontati a circa 160 miliardi  di dollari, e quelli in uscita (evasione o elusione fiscale, pagamenti di debiti, estrazione di risorse, ...) a oltre 200 miliardi, con uno sbilancio di oltre 40 miliardi di dollari.

  Reportage RAI 2017 sull'estrazione di coltan in RD Congo

pubblicato: Venerdì, 2 Giugno 2017 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti: Coltan Miniere

Ancora un video reportage, datato 2017, a cura della RAI, sull'estrazione del coltan nella Repubblica Democratica del Congo. Il minerale, da cui si ricava il tantalio, metallo essenziale per la produzione di alcuni componenti dei nostri smartphone e computer, invece di contribuire a ricchezza e benessere del popolo congolese, è causa di sfruttamento e degrado umano.

  Il virus Ebola torna a colpire in Congo

pubblicato: Venerdì, 19 Maggio 2017 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti: Virus-Ebola

Nell'ultimo mese ci sono stati diversi casi sospetti di infezione da virus ebola nel Nord del paese, e alcuni pazienti sono morti. Le autorità sanitarie locali, l'OMS e alcune organizzazioni internazionali stanno valutando la possibilità di una campagna di vaccinazioni con un vaccino sperimentale contro la temibile malattia. Il ministro della Sanità della Repubblica Democratica del Congo ha fatto sapere che quella in corso è l’ottava epidemia di ebola nel paese: l’ultima era avvenuta nel 2014 e aveva causato la morte di più di 40 persone.

  I misteri di Beni

pubblicato: Venerdì, 7 Aprile 2017 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti: Beni

Dall’inizio di ottobre 2014, la popolazione del territorio di Beni (Nord Kivu – Repubblica Democratica del Congo) è vittima di una serie di sequestri di persone e di massacri, in cui più di mille persone hanno perso la vita. Il governo congolese attribuisce tali violenze a un gruppo di ribelli ugandesi di ispirazione islamica, le Forze Democratiche Alleate (ADF), qualificandolo di gruppo terrorista jihadista. Sempre secondo il governo, le ADF sarebbero in contatto con altri gruppi jihadisti come Al Shabaab della Somalia e Boko Haram della Nigeria. Poco credibile, vista la mancanza di rivendicazione, tipica invece del modo di agire di quei gruppi.

  Il Congo nel caos: troppe aree di crisi aperte

pubblicato: Mercoledì, 5 Aprile 2017 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa

L’ultima fase della presidenza Kabila, un presidente scaduto che non vuole andarsene, sembra destinata a precipitare la RD Congo nel caos. Lo spettro della balcanizzazione di un paese così grande e così debole è sempre più reale. I vescovi cattolici congolesi, in un messaggio di fine febbraio all’agenzia Fides, si dichiarano turbati dalla moltiplicazione dei focolai d’insicurezza e di violenza che si generano sulla quasi totalità del territorio nazionale, e citano una lista impressionante di aree di crisi.

  Tumulti e massacri anche nel Kasai

pubblicato: Mercoledì, 5 Aprile 2017 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa

Da mesi nel Kasai è in atto una nel Kasai una lotta senza quartiere tra i miliziani di Jean-Prince Kamwina Nsapu Pandi (un capo locale, espressione del potere tribale tradizionale, ucciso nel 2016 perché rivendicava un riconoscimento ufficiale del suo “regno”  da parte dell’autorità statale e l’allontanamento dalla regione delle istituzioni statali e delle forze di sicurezza), e le forze di esercito e polizia del Kasai.

  Felicite’

pubblicato: Mercoledì, 5 Aprile 2017 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti: Arte-e-Cultura

Felicite’, film ambientato a Kinshasa, protagonista l’attrice congolese Vero Tshanda Beya, al suo esordio, che si è affermata proprio con questo film, regista il francese di origine senegalese Alain Gomis, ha vinto l’Orso d’Argento alla Berlinale dello scorso febbraio. Una nuova dimostrazione delle grandi potenzialità, anche in ambito culturale e artistico, dell’Africa, e del Congo in particolare.

  Trump sospende il DODD-FRANK-ACT: conseguenze per la RD Congo

pubblicato: Domenica, 12 Marzo 2017 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti: Coltan Miniere

Trump, il nuovo presidente americano, fautore di una linea di pensiero e d'azione che intenzionalmente ignora la complessità - TL,DR: too long, didn't read - troppo lungo, non l'ho letto (quindi niente "lacci e lacciuoli" per le imprese americane, in particolare  per gli speculatori di Wall Street,  per l'industria militare, per i grandi inquinatori; solo dannose complicazioni burocratiche), ha deciso di sospendere il DODD-FRANK ACT, che fra l'altro impone qualche regola di trasparenza alle aziende americane che si  approvvigionano di minerali "insanguinati" (tantalio, tungsteno, stagno etc., essenziali per l'industria elettronica)

  Competizione etnica e contese per la terra nel Kivu

pubblicato: Sabato, 11 Marzo 2017 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa

È stato un Natale di scontri e uccisioni nel Nord Kivu, una delle regioni orientali della RD Congo, ricca di minerali preziosi e di terre da coltivare, e proprio per questo fra le più martoriate. Tra la vigilia di Natale e Santo Stefano, sono state uccise almeno 35 persone. Tra le cause, gli scontri tra milizie nande e hutu per il controllo della terrache si moltiplicano anche a seguito della generale crisi politico-istituzionale e di un peso sempre maggiore del fattore etnico, cui si aggiunge la destabilizzazione provocata da gruppi ribelli, come le Forze democratiche alleate (Adf) una milizia di origine ugandese.

  La morte di Tshisekedi: conseguenze per il futuro politico della R.D. Congo

pubblicato: Giovedì, 9 Marzo 2017 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti: Tshisekedi

Il 1 febbraio scorso è morto a 84 anni per una embolia polmonare, in un ospedale di Bruxelles, il fondatore (nel 1982) e leader del partito Unione per la Democrazia e il Progresso Sociale (UDPS), Etienne Tshisekedi, negli ultimi 35 anni emblema della difesa dei diritti e delle libertà democratiche, oltre che dell'opposizione politica dell’ex Zaire, ora repubblica Democratica del Congo. Dopo i primi passi in politica, a fianco del dittatore Mobutu Sese Seko, di cui fu il ministro, Tshisekedi denunciò le derive del regime, trasformandosi in uno dei suoi peggiori nemici.

  Kabila: accordo raggiunto per nuove elezioni presidenziali nel 2017?

pubblicato: Mercoledì, 4 Gennaio 2017 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti: Kabila

Dopo mesi di tensione e proteste, governo e opposizione della Repubblica Democratica del Congo hanno raggiunto un accordo, sembra, grazie anche alla mediazione dei vescovi cattolici. A delineare un quadro socio-politico dell’attuale contesto la prof.ssa Anna Bono, docente di Storia e Istituzioni dell’Africa dell'Università di Torino, intervistata da Sabrina Spagnoli (Osservatore Romano)

  Gli interessi di Kabila. I bisogni del Congo

pubblicato: Lunedì, 19 Dicembre 2016 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti: Kabila

Siamo ormai alla scadenza dell’ultimo mandato di Joseph Kabila come presidente della RDC (lo è dal 2001, cioè dall’assassinio del padre Laurent Kabila, a sua volta subentrato a Mobuto guidando una ribellione, con l’aiuto di diverse forze straniere, tra cui Rwanda e Uganda, nel 1997). Ciò secondo la vigente costituzione della RD Congo. Ma Kabila ha fatto recentemente approvare dalla Corte Suprema una nuova legge che impedisce di tenere elezioni presidenziali fino al completamento di un censimento generale della popolazione (che doveva tenersi già anni fa). Inoltre nell’ottobre scorso ha indotto una parte dell’opposizione a concordare una proroga fino ad aprile del 2018.

  Droni per l’Africa

pubblicato: Martedì, 29 Novembre 2016 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti: Trasporti

Elemento frenante per lo sviluppo economico e sociale dell’Africa è senz’altro la carenza di infrastrutture per le comunicazioni ed i trasporti (strade, ferrovie, linee elettriche, canali di trasmissione dati). Tra le soluzioni possibili si sta affermando l’idea dell’uso di flotte di droni, che si appoggerebbero a piccoli “porti per droni” dislocati opportunamente sul territorio.

  RD Congo: l’estrazione di cobalto per le batterie al litio è causa di sfruttamento e gravi abusi

pubblicato: Martedì, 1 Novembre 2016 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti: Miniere Cobalto

La denuncia di Amnesty International, basata su un lavoro di ricerca sul campo fatto intorno alla metà del 2015: nelle miniere “artigianali” (autorizzate o no) della Repubblica Democratica del Congo (che rappresentano una parte non secondaria della produzione) uomini, donne e bambini ipersfruttati, lavorano fino a 12 ore al giorno in condizioni pericolose, estraendo il cobalto che viene usato per la produzione delle batterie ricaricabili al litio, ricavandone 1 o 2 dollari al giorno. Sotto accusa decine dimultinazionali, e naturalmente il corrotto governo congolese.

  Miniere di coltan in R.D.Congo: un punto di vista congolese

pubblicato: Venerdì, 28 Ottobre 2016 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti: Coltan Miniere

Bloomberg.org ha pubblicato recentemente un articolo che espone le considerazioni e le preoccupazioni di un imprenditore minerario congolese, e di una cooperativa di minatori che per lui dovrebbe lavorare in esclusiva, che cercano di attuare un minimo di osservanza di “buone pratiche” e di rispetto dei diritti umani come richiesto dalle regole di tracciabilità e certificabilità imposte dal Dodd-Frank Act americano.

  Traffico di avorio in RD Congo

pubblicato: Lunedì, 29 Agosto 2016 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti: Avorio

Africa: bracconaggio e traffico di zanne d'elefante finanziano gruppi terroristici e criminali. Gli elefanti africani sono sotto assedio. L’insaziabile fame d’avorio della classe media cinese in forte crescita, la disastrosa povertà dell’Africa, un sistema di applicazione delle leggi debole e corrotto e le armi sempre più efficaci usate per colpire i pachidermi hanno creato la tempesta perfetta. Ne parla un fotoreportage pubblicato su nationalgeographic.it a settembre 2015.

  Miniere in RD Congo: l'industria della corruzione

pubblicato: Mercoledì, 1 Giugno 2016 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti: Miniere

Contratti minerari riservati, stipulati recentemente, potrebbero generare fondi neri utilizzabili per spostare equilibri politici in vista del voto presidenziale previsto per novembre. Un rapporto dell'organizzazione non governativa Global Witness, che si può leggere in traduzione italiana su Nigrizia.it, solleva l'allarme.

  Lotta per il potere: Kabila e Katundi

pubblicato: Mercoledì, 1 Giugno 2016 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti: Kabila

L'attuale presidente della R.D. Congo, Joseph Kabila, al potere dal 2001, dovrebbe entro l'anno indire nuove elezioni, e ritirarsi, secondo le regole della costituzione che lui stesso ha emanato. Probabilmente il Congo se ne avvantaggerebbe, visto il malgoverno imperante (violenze, corruzione, incapacità, paese allo sbando in balia di potenze e multinazionali straniere, che certo non pensano al benessere e allo sviluppo socio-economico della società congolese, ma al massimo sfruttamento, a qualsiasi costo, delle immense risorse che questa terra offre).

  Congo, viaggio sul grande fiume

pubblicato: Sabato, 23 Aprile 2016 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti: Fiume-Congo

E' il fiume Congo, uno dei più grandi del mondo (4500 km di lunghezza, con una portata media di oltre 40.000 m³, che dà un senso e un'unità alla Repubblica Democratica del Congo, costituita da regioni e popolazioni assai diverse fra loro. Un fotoreportage pubblicato nel 2015 da nationalgeographic.it racconta un viaggio sul grande fiume, e la vita nelle terre prossime alle sue rive.

  Com'era bella Kinshasa

pubblicato: Domenica, 10 Aprile 2016 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti: Kinshasa

Nel caos di Kinshasa, la capitale congolese, l’arte è un modo per sopravvivere. Ce lo illustra un reportage del National Geographic risalente al 2013, con un’affascinante sequenza fotografica. Un più recente e più inquietante documentario pubblicato da Internazionale.it a febbraio del 2016 affronta invece un altro aspetto di Kinshasa, il fenomeno della sovrappopolazione in una città di 12 milioni di abitanti dove ogni anno arrivano circa 390mila persone in fuga dalla povertà o in cerca di opportunità per lo studio e il lavoro.

  Anche nel 2015 il Congo è agli ultimi posti nell’indice di sviluppo umano (HDI) pubblicato dall’ONU

pubblicato: Venerdì, 18 Marzo 2016 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa

Un ufficio dell’ONU/UNDP è dedicato a pubblicare un rapporto annuale sui vari aspetti dello sviluppo umano nei diversi paesi. Ogni anno il report è dedicato ad un tema. Tema del 2015: il lavoro come base dello sviluppo umano nelle sue diverse sfaccettature (reddito e benessere, sicurezza nel lavoro, sviluppo del ruolo femminile nella società, partecipazione nelle decisioni sociali, riconoscimento e dignità sociale, stimolo alla creatività e all’innovazione). La pubblicazione è accompagnata da una vasta serie di indici statistici socio-economici (che complessivamente danno luogo ad un “indice di sviluppo umano”) che permettono di comparare un paese con altri, e l’andamento di un paese negli anni.

  Le madri regine della foresta

pubblicato: Venerdì, 18 Dicembre 2015 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti: Arte-e-Cultura

Le donne della popolazione Ekonda (Repubblica Democratica del Congo), quando diventano madri per la prima volta, seguono un rituale che secondo la loro tradizione protegge il neonato, eleva lo spirito e porta prestigio. Vivono per un lungo periodo in un isolamento quasi totale, lontane dal marito e aiutate da altre donne del gruppo. Alla fine di cinque anni ogni donna mette in scena uno spettacolo di canti, balli e teatro per raccontare alla propria comunità le lezioni imparate nel periodo di isolamento.

  un giovane scrittore congolese

pubblicato: Giovedì, 17 Dicembre 2015 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti: Arte-e-Cultura

Interessante percorso artistico-culturale di un giovane congolese poco più che trentenne, Fiston Mwamza Mujila, che vive in Austria e racconta l’Africa con brio, senza lamento e senza rivolta, lasciando alle pagine il compito di dire l’esagerazione di una natura, di una storia, di una cultura variamente violentate e però vitali.

  Report OMS 2015 sulla diffusione della malaria nel mondo

pubblicato: Giovedì, 17 Dicembre 2015 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa

I morti per malaria nel mondo nel 2015 sono scesi sotto il mezzo milione (erano quasi 900.000 nel 2000). I progressi maggiori sono stati registrati nei paesi dell’Africa subsahariana, che però rimangono i più colpiti. Quest’anno i nuovi casi saranno circa 214 milioni, i decessi 438mila. La Nigeria e la Repubblica Democratica del Congo rappresentano oltre un terzo dei decessi.

  Gorilla sotto tiro nella RDC

pubblicato: Mercoledì, 16 Dicembre 2015 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa

Il Virunga Park (in precedenza Albert National Park, fondato nel 1925 come primo parco nazionale africano, circa 8.000 kmq), nella Repubblica Democratica del Congo, confina con il Parc National des Volcans in Rwanda e con il Parco Nazionale dei monti Ruwenzori in Uganda (circa 150 kmq complessivamente). In quest'area di grande importanza ambientale, scientifica e turistica (decine di migliaia di turisti), costellata di vulcani e coperta di forestà pluviale e bambù, patrimonio dell'umanità protetto dall'UNESCO, si può  incontrare la più grande comunità di gorilla di montagna del mondo.

  Risoluzione della Commissione Aff. Est. per la tracciabilità obbligatoria di minerali "insanguinati"

pubblicato: Giovedì, 12 Novembre 2015 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti: Coltan

Occorre spezzare il legame tra l'estrazione dei minerali e il finanziamento dei conflitti e la violazione dei diritti umani. La commissione Esteri della Camera dei Deputati Italiana si è espressa all'unanimità sul problema dei minerali insanguinati con una risoluzione che prevede la tracciabilità obbligatoria di tutta la catena di chi compra e chi vende questi minerali, impegnando il governo italiano a portare a Bruxelles una posizione chiara e più stringente (obbligatorietà e non volontarietà) sul regolamento Ue in discussione al Consiglio dell'Unione, aggiustando il tiro rispetto a precedenti più ondivaghe dichiarazioni.

  Elezioni presidenziali 2016 nella Repubblica Democratica del Congo

pubblicato: Martedì, 3 Novembre 2015 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti: Kabila

Nel 2016 dovrebbero tenersi nuove elezioni presidenziali nella Repubblica Democratica del Congo. Nonostante le rassicurazioni del suo portavoce, molti, non solo la cosidetta "società civile", ma anche rappresentanti dei partiti della sua coalizione, temono che il presidente Kabila voglia muoversi sulla falsariga di quanto hanno già fatto recentemente, o stanno facendo, o hanno tentato di fare, i presidenti-dittatori del Burundi, del Rwanda, del Burkina Faso, e cioè farsi rieleggere, fuori dalle regole,  per un terzo mandato, o come presidenti a vita, forzando la costituzione e spegnendo sul nascere qualsiasi espressione di democrazia e di controllo popolare.  

Per la RD Congo il caso sarebbe particolarmente grave, data l'estrema corruzione del regime, l'inettitudine dimostrata nel governo di un  paese potenzialmente ricco che sopravvive in un contesto di caos, violenza, povertà, standard sociali ai minini mondiali, enormi squilibri economico sociali, l'acquiscenza a interessi che non sono certo quelli del popolo congolese (v. l'ambiguo rapporto con il presidente del Rwanda Paul Kagame), e il mantenimento del potere ininterrottamente dal 2001 in poi. Per approfondire suggeriamo i seguenti articoli:
 

  Laboriosa messa a punto della legislazione europea contro l’uso di minerali “insanguinati”

pubblicato: Venerdì, 29 Maggio 2015 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti: Coltan

L’Europarlamento ha approvato un emendamento  alla timida proposta della Commissione UE sul freno all’uso dei minerali insanguinati, frutto di violenze, sopraffazioni, guerre, e causa di grandi sofferenze per le popolazioni che le subiscono, in particolare nella Repubblica Democratica del Congo, e chiede ai governi dei Ventotto Stati membri della UE di fare di più per tagliare i ponti ai Signori della Guerra. 

  La grande scommessa del gas del lago Kivu

pubblicato: Lunedì, 27 Aprile 2015 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa

Da un articolo della MIT Technology  Review. Aggiornamento  su un tema già trattato su questo blog (v.  precedente articolo).
Il Rwanda e la Repubblica Democratica del Congo, affamati di energia, stanno provando a estrarla dalle acque del lago Kivu, di cui sono entrambi paesi rivieraschi, e nello stesso tempo evitare una possibile catastrofe. Si stima che il lago contenga circa 60 miliardi  di mc di metano e 300 miliardi di mc di CO2. I gas, originati dal'intensa attività vulcanica in prossimità del lago (tristemente famoso il vulcano Nyiragongo che nel 2002 ha distrutto la città di Goma), e dalla decomposizione batterica di materiale organico, rappresentano sia un pericolo sia un potenziale economico.

  Il governo congolese dovrebbe rendere conto di una sospetta fossa comune scoperta presso Kinshasa

pubblicato: Sabato, 18 Aprile 2015 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa

Nel marzo scorso un forte cattivo odore ha attirato l'attenzione dei residenti di un villaggio in prossimità di Kinshasa (BBC News 6 aprile 2015). Sono  stati ritrovati almeno 421 corpi. Human Rights Watch ha sollevato il sospetto che fra quei corpi ci siano quelli di persone uccise durante le proteste antigovernative di gennaio 2015. Il governo sostiene che i corpi sono stati sepolti tutti nello stesso giorno, ma in tombe individuali, e non in  una fossa comune, e che non procederà ad alcuna riesumazione per tentare i  riconoscere i corpi.

  Reclutamenti di jiahadisti islamici anche nel Nord Kivu?

pubblicato: Sabato, 18 Aprile 2015 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa

Secondo un recente numero della rivista “Les Nouvelles du Continent”, come riporta pacepercongo.it, sotto l’etichetta della Muslim Defense International (MDI – Difesa musulmana internazionale), nel Nord e Sud Kivu sono ripresi con forza dei reclutamenti sospetti di giovani. Con varie promesse, tra cui borse di studio per una formazione specializzata all’estero, offerte di lavoro eccezionali o una formazione coranica di alto livello, i giovani sono reclutati a colpi di soldi e inviati nel Grande Nord del Nord Kivu.

  Il mestiere del "prete" nella Repubblica Democratica del Congo

pubblicato: Sabato, 18 Aprile 2015 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa

Secondo un articolo di BBC News di qualche settimana fa, pare che nella RDC, a causa della povertà e dell'altissimo livello di disoccupazione, diventare preti o pastori di anime sia considerato uno dei modi più sicuri per fare carriera o semplicemente per sbarcare il lunario. Sono quindi nate scuole, a Kinshasa e  altrove, che insegnano, più che materie teologiche, tecniche di marketing e di come "stare in scena" e gestire uno "show".

  Commercio equo e solidale: una ricerca della London University suscita dubbi e polemiche

pubblicato: Lunedì, 9 Febbraio 2015 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa

Nel 2014 la SOAS (Scuola di Studi Orientali, un dipartimento della London University) ha pubblicato un rapporto, basato su indagini sul campo in Etiopia e in Uganda, sull'efficacia del commercio equo e solidale, affermando che nei siti oggetto della ricerca i salariati agricoli che lavorano per aziende certificate dalla Fairtrade Foundation non  hanno affatto vantaggi, anzi le loro condizioni di vita e le loro paghe sono peggiori rispetto a quelle dei salariati che operano per aziende  non certificate dalla Fairtrade Foundation.

  Modificata la legge elettorale dopo le proteste nella Rdc

pubblicato: Lunedì, 26 Gennaio 2015 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti: Kabila

Dopo quattro giorni di proteste e scontri nella Repubblica Democratica del Congo in cui sono morte 42 persone, il senato ha approvato la legge sulla riforma elettorale senza l’articolo contestato dall’opposizione.
L’articolo 8, che prevedeva l’organizzazione di un censimento prima delle elezioni del 2016, avrebbe prolungato il mandato del presidente Joseph Kabila, che è stato accusato di non voler rispettare il processo democratico per restare al potere.

  Kabila vuole cambiare la costituzione congolese per farsi rieleggere?

pubblicato: Sabato, 29 Novembre 2014 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti: Kabila

Il presidente Joseph Kabila e il suo entourage stanno cercando un modo per restare  al potere oltre il 2016, data in cui, secondo l’attuale costituzione, il suo secondo ed ultimo mandato presidenziale arriva a termine.

  L'uso dei "conflict minerals" dopo l'entrata in vigore del Dodd-Frank Act negli Stati Uniti

pubblicato: Venerdì, 17 Ottobre 2014 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti:

Nel 2010 gli Stati Uniti hanno varato una importante riforma, il Dodd-Frank Act, per meglio regolare il mondo della finanza statunitense, e meglio tutelare i consumatori e il sistema economico statunitense.

  L'uomo che ripara le donne - Denis Mukwege

pubblicato: Venerdì, 17 Ottobre 2014 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa

Denis Mukwege è un famoso ginecologo della Repubblica democratica del Congo, conosciuto come «l’uomo che ripara le donne». Opera a Bukavu, nel Sud-Kivu. E' un potenziale candidato al premio Nobel per la pace.

  Epidemia di virus Ebola in Africa

pubblicato: Lunedì, 8 Settembre 2014 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti: Virus-Ebola

Si accavallano le notizie sulla diffusione e sulla virulenza del virus Ebola anche nella Repubblica Democratica del Congo (provincia di Equateur, v. mappa), dove  già negli anni '70 si era sviluppato il primo focolaio di questa terribile malattia, che non dà scampo (Ebola infatti è il nome di un fiume della RDC). Un recente articolo di Internazionale.it dà notizia appunto del ritorno del virus in questo paese. Il sito di BBC News riporta un quadro completo e aggiornato dell'evolversi dell'epidemia, compreso un video divulgativo che ne mostra il meccanismo di azione, e riferisce anche delle raccomandazioni e dei rapporti continuamente aggiornati emessi dalla World Health Organization per affrontare la situazione, controllare la diffusione, al momento concentrata in alcuni paesi africani, e trovare rimedi efficaci. 

  La memoria distorta di un genocidio

pubblicato: Martedì, 22 Aprile 2014 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa

Il 7 aprile scorso  il Rwanda ha commemorato il ventennale del terribile genocidio avvenuto in quel paese nel 1994, un massacro fratricida con 800.000 morti, prevalentemente tutsi, contro i quali si era ribellata la maggioranza hutu, controllata da un gruppo di estremisti. Il massacro ha poi avuto un seguito, che si è trascinato fino ad oggi, provocando altri milioni di morti, nella Repubblica Democratica del Congo.

La commemorazione ha dato luogo a riflessioni e approfondimenti da parte di storici, politici e giornalisti.

Fra gli altri Bernard Guetta, giornalista francese esperto di problemi internazionali, che per l'occasione ha delineato un interessante ed inquietante ritratto di Paul Kagame, il tutsi autoritario (per alcuni dittatoriale e violento) , alla guida del Rwanda, prima come vice presidente (fino al 2000), poi come presidente, da quando, sempre nel 1994, ha guidato un gruppo di esiliati tutsi alla riconquista del potere, con l'aiuto dell'esercito ugandese, accusando poi ostinatamente, anche di recente, la Francia di aver aiutato gli Hutu a perpretare il massacro.

  Affascinante e terribile Nyiragongo

pubblicato: Lunedì, 17 Febbraio 2014 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa

Goma è dominata dalla mole imponente di un vulcano "fuoriporta", di circa 3500 metri di altezza, uno dei più attivi del mondo: il Nyiragongo. L'ultima devastazione risale al 2002.

Un articolo del  2011, corredato di video, galleria  fotografica, illustazioni della tettonica dell'area, pubblicato da National Geographic, ne parla diffusamente (per accedere all'articolo occorre registrarsi, gratuitamente, sul sito web di National Geographic). 

Il vulcano, come il grande lago Kivu  su cui si affaccia Goma, è espressione delle grandi forze geo tettoniche che si sprigionano lungo l'enorme frattura della Rift Valley (v. articolo), che corre in direzione nord-sud dall'Etipia alla Tanzania.

La Valle del Rift è ricca di piogge, di laghi profondi e di grande estensione, di suolo vulcanico fertile, di biodiversità, E' anche un luogo che vede oggi l'esplosione di una disperata e violenta competizione fra popoli per terra e risorse, e fra uomo e natura.

  Importante passo avanti per limitare l'uso di minerali "causa di conflitti".

pubblicato: Lunedì, 17 Febbraio 2014 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa - argomenti:

A gennaio di quest'anno l'organizzazione internazionale CFSI (conflict-free sourcing initiative) ha annunciato che, per la prima volta nei suoi 5 anni di esistenza, ha potuto convalidare, per tutti e quattro i metalli "causa di conflitti" (tantalio, stagno, tungsteno, oro) una lista consistente (oltre 120 adesioni)) di fonderie e imprese di raffinazione dei minerali da cui vengono estratti (tra cui il coltan->tantalio e la cassiterite->stagno), che si sono impegnate a rispettare i protocolli e i controlli dell'organizzazione relativi all'origine e alle modalità di fornitura dei minerali. Ciò consentirà alle società di elettronica, aerospaziali ed altre, di operare scelte consapevoli e responsabili riguardo alle materie prime e seconde di cui si riforniscono, evitando fornitori che con il loro modo di operare alimentano i conflitti (v. articoli Coltan insanguinato e Inchiesta sul Coltan)

  24 famiglie italiane costrette a lasciare Kinshasa senza i figli adottivi

pubblicato: Domenica, 19 Gennaio 2014 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa

Si è conclusa con un amaro ritorno in Italia la vicenda  di 24  famiglie, che da novembre erano a Kinshasa per riportare in Italia i figli adottivi di origine congolese, e che avevano ormai concluso il lungo iter previsto per le adozioni, affrontato con il sostegno di agenzie e associazioni italiane specializzate nella materia.

Anche il ministro Kyenge si sta interessando della questione (v. articolo sul sito web dell'associazione Aibi).

E' possibile che il governo congolese in tempi ragionevoli possa riprendere in esame i dossier di queste famiglie, anche se l'esito non è garantito. Ne  riferisce Internazionale.it, che ha seguito la vicenda con una serie di articoli.


  Migliaia di persone ai funerali di stato di un grande artista congolese

pubblicato: Martedì, 31 Dicembre 2013 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa

Un artista dell'Angola ha vinto il Leone d'Oro per la migliore Partecipazione nazionale all'ultima (2013) Biennale  d'Arte di Venezia, facendo scalpore con le sue fotografie.

L'Africa è generosa di artisti, e Kinshasa, la capitale della Repubblica Democratica del Congo, è uno dei grandi centri dell'arte africani. I suoi abitanti ne sono consapovoli e ogogliosi, e nello scorso dicembre in massa hanno partecipato ai funerali di Stato di una star della musica, Tabu Ley Rochereau (il re della "rumba congolese").


 

  Il livello di "corruzione percepita" nella Repubblica Democratica del Congo è fra i più alti al mondo

pubblicato: Venerdì, 13 Dicembre 2013 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa

Ognii anno Transparency International pubblica in "indice di corruzione percepita" valutato per circa 170 paesi, con riferimento alla corruzione nella pubblica amministrazione. Anche nel 2013 la Repubblica Democratica del Congo risulta  fra i peggiori in questa classifica (anche l'Italia non è messa bene: allo stesso livello di Macedonia e Montenegro!). Una pagina del sito web di TI riporta un'infografica di immediata letttura che ben evidenzia il problema.  Indirizzo di Transparency International Italia (ad oggi 13/12/2013 non  riporta ancora la classifica del 2013): www.transparency.it 


 

  Italiani bloccati a Kinshasa con i figli adottivi congolesi

pubblicato: Venerdì, 13 Dicembre 2013 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa

Una brutta notizia, sconcertante e antipatica anche nei risvolti che va assumendo (inerzia, confusione, incapacità della nostra buracrazia; comportamenti furbeschi, invidie e ripicche fra ONG italiane che stanno assistendo le famiglie italiane nella fase finale delle pratiche di adozione a Kinshasa: alcune famiglie assistite da certe ONG riescono a ripartire con i figli, altre restano bloccate). Per una miglior comprensione della ingarbugliata vicenda rimandiamo ad una articolo del "il Fatto Quotidiano",e ad una pagina del sito web di AiBi (l'associazione "Amici dei Bambini").


 

  Il Kenya lancia un nuovo progetto di ferrovia per collegare Mombasa Nairobi Uganda Sud Sudan RDC Congo Rwanda Burundi

pubblicato: Domenica, 1 Dicembre 2013 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa

Il Kenya ha formalmente lanciato il progetto di una nuova ferrovia, a finanziamento cinese, che dovrebbe estendersi a gran parte dell'Africa Orientale collegando il porto di Mombasa con la capitale Nairobi, raggiungendo successivamente l'Uganda, il Sud Sudan, la Repubblica Democratica del Congo, il Rwanda, il Burundi. La durata del viaggio da Mombasa a Nairobi si ridurrebe da 15 ore a 4 ore.

  Le dighe di Inga: un progetto colossale per produrre energia idroelettrica in Congo

pubblicato: Lunedì, 18 Novembre 2013 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa

Una delle tante ricchezze (potenziali) della Repubblica Democratica del Congo è l'enorme portata d'acqua del fiume Congo Un articolo estremamente interessante, pubblicato recentemente da BBC News, illustra le caratteristiche, le potenzialità e i punti critici di un  progetto che  dovrebbe essere portato a termine nel 2020, producendo  a regime energia idoelettrica per 40 GW (nel 2010 l'intera Africa aveva una capacità produttiva di 130 GW): il più grande finora concepito al mondo, inclusa la diga delle tre gole in Cina. L'articolo riporta anche una mappa molto chiara della zona delle dighe (Inga), localizzandola nel contesto. Di questo progetto, che sfrutterebbe la corrente e i salti d'acqua del corso inferiore del fiume  Congo, oltre Kinshiasa verso lo sbocco nell'oceano Atlantico, esiste già una piccola parte (produce meno di 2 GW), costruita da tempo, ma con grossi problemi di manutenzione. L'energia prodotta verrebbe in parte acquistata dal Sudafrica, trasportata da un nuovo grande elettrodotto, e in parte utilizzata nella zona delle miniere del Katanga. Anche la Nigeria potrebbe essere interessata. La progettazione sarebbe a cura di società canadesi e francesi.


 

  Audit critico sugli aiuti dell'Unione Europea alla Repubblica Democratica del Congo

pubblicato: Mercoledì, 9 Ottobre 2013 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa

Secondo un recente articolo di BBC Africa (v. articoli BBC in lingua inglese e in lingua francese), l'Unione Europea nel periodo 2003 - 2011 ha finanziato la Repubblica Democratica del Congo per 1,9 miliardi di euro. Un recente audit sui risultati dell'intervento ha concluso che meno della metà dei programmi finanziati ha raggiunto, o probabilmente raggiungerà, una parte soddisfacente degli obiettivi previsti, criticando la strutturazione di questi aiuti orientati a sviluppare forme di "buon  governo" in Congo, e suggerendo di monitorare con più accuratezza tali programmi, per  non sprecare il sostegno dato. Frode e corruzione restano grandi problemi in Congo, e gli aiuti europei dovrebbero essere gestiti con più attenzione a questi aspetti. Il rapporto rileva anche una evidente anomalia nella ripartizione della spesa pubblica in Congo: nel 2011 le spese per Presidenza, Primo Ministro, Assemblea Nazionale e Senato hanno contato per l'11% delle spesa totale, e per il triplo dell'ammontare impegnato per il sistema sanitario.

  Esplorazioni petrolifere nel Virunga Park, il più antico parco nazionale africano, alle porte di Goma

pubblicato: Giovedì, 26 Settembre 2013 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa

Fra i tanti problemi che affliggono la Repubblica  Democratica del Congo ed il Kivu in particolare, c'è l'incombente pericolo di definitiva distruzione (a causa sia delle guerre senza fine che ne interessano l'area, sia ora della scoperta di ricchi giacimenti petroliferi nel suo sottosuolo e dei tentativi di sfruttarli) del più antico parco nazionale dell'Africa, il magnifico Virunga Park, il "parco dei gorilla", importante anche dal punto di vista economico. Uno degli ingressi del parco è a pochi chilometri a nord di Goma, il capoluogo del Nord Kivu.

  Malaria: in via di sperimentazione un vaccino efficace al 100%

pubblicato: Lunedì, 9 Settembre 2013 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa

La scoperta pubblicata all'inizio di agosto di quest'anno sulla rivista Science (U.S.A.). Dodici dei 15 volontari ai quali è stato iniettato un dosaggio elevato sono risultati 'immuni' dalla malattia. Ecco un link per saperne  di più. Statistiche sulla diffusione della malaria nella Repubblica Democratica del Congo e in generale sul profilo sanitario della popolazione della RDC (a cura della World Health Organization) si possono trovare qui.

  RD Congo - Il recupero degli ex bambini soldato

pubblicato: Venerdì, 16 Agosto 2013 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa

La città di Goma, e le circostanti province  del Nord-Kivu e Sud-Kivu, vivono da ormai vent'anni un'infinita guerra civile. Fra gli scontri e le violenze, la Caritas locale e i salesiani operano per il recupero dei piccoli che sono stati costretti a combattere e a uccidere.

  RD Congo: l'economia cresce ma le condizioni di vita restano fra le peggiori

pubblicato: Giovedì, 18 Luglio 2013 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa

RD Congo è il posto peggiore per far nascere e crescere figli. Tra i fattori presi in considerazione dal recente report di Save the Children, la salute della madre, la mortalità dei figli, l'educazione, il reddito. Ai primi posti Finlandia, Norvegia, Svezia.

  Storia e geografia della R.D.C.

pubblicato: Martedì, 9 Ottobre 2012 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa

Rimandiamo  qui a due interessanti quadri di sintesi  storico-geografica sull'attuale Repubblica Democratica del Congo.

  rapporto fotografico da Goma - settembre 2012

pubblicato: Domenica, 7 Ottobre 2012 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa

E' disponibile l'album fotografico, completato da didascalie, della visita a Goma, a settembre del 2012, di un rappresentante di Tumaini (per verificare lo stato dei progetti i in corso e la fattibilità di altri interventi, e meglio conoscere la realtà di APV,  il nostro partner locale).  Le immagini sono abbastanza scadenti, per diversi motivi, ma rappresentano comunque una testimonianza viva del clima sociale, culturale ed economico della città in questo momento.

  Parchi e riserve naturali del Nord Kivu messi in pericolo dai recenti combattimenti

pubblicato: Martedì, 3 Luglio 2012 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa

Il Direttore generale dell'UNESCO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza, la cultura), Irina Bokova, si è detta molto preoccupata per i recenti combattimenti nell'est della Repubblica Democratica del Congo (Nord Kivu), che hanno coinvolto diversi siti dichiarati dall'UNESCO patrimonio mondiale dell'umanità.
V. articolo del blog Sur le feu

  Goma e dintorni - da Wikipedia

pubblicato: Venerdì, 25 Maggio 2012 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa

L'articolo di Wikipedia cui si fa riferimento è in inglese (ne esiste anche una versione francese un po' meno aggiornata, mentre la versione italiana è solo un abbozzo), e non è recentissimo (gli ultimi dati si riferiscono al 2010), ma dà comunque un quadro della città e delle devastazioni portate dalla guerra ormai endemica in quest'area del mondo.

  Il gas del lago Kivu: minaccia e risorsa

pubblicato: Martedì, 22 Maggio 2012 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa

Un articolo di bbc news online (in lingua inglese) parla del lago Kivu, su cui si affacciano sia la Repubblica Democratica del Congo , in particolare Goma, sia il Ruanda, del suo fondo vulcanico,  della sua pescosità, e dei gas che in parte sono sciolti nelle sue acque, e in parte ne sprigionano: anidride carbonica, proveniente dal vicino  vulcano Nyiragongo, e metano.

  Il risveglio economico dell’Africa

pubblicato: Martedì, 22 Maggio 2012 - categoria: Economia Società Ambiente Cultura in Africa

Segnaliamo questo interessante articolo pubblicato sulla rivista online “The Atlantic”, sull’atteso risveglio economico e sociale dell’Africa, e questo report  (scaricabile in formato pdf) dell’Africa Development Bank , sull’evoluzione le le prospettive economiche dell’africa nei prossimi vent’anni.

Go to top