marcia pace in congo mpaliza ginevra 2018 fullSi è recentemente (28 maggio 2018) conclusa a Ginevra una delle numerose marce "per la Pace in Congo", ideate e realizzate da John Mpaliza, l'attivista italo-congolese, detto anche "walking man". Attraverso queste marce John intende sensibilizzare il mondo politico e l'opinione pubblica nei confronti del "buco nero" rappresentato dalla Repubblica Democratica del Congo, un paese fuori controllo da oltre vent'anni, uno stato non-stato, dove massacri, assassinii, violenze, ruberie sono all'ordine del giorno.
Il presidente Kabila, debole e corrotto, dal 2006 si limita a farsi gli affari suoi e quelli di familiari e accoliti (e non intende farsi da parte, anche se la costituzione lo imporrebbe dopo 2 mandati), con la connivenza e l'appoggio di alcuni stati confinanti (Rwanda e Uganda) e di multinazionali voraci e senza scrupoli, di ogni colore e religione, dei settore minerario, agricolo, e delle armi, interessate solo a sfruttare al massimo, fin che possono, questo paese e questo popolo, calpestandone diritti e legittimi interessi, così rubandogli il presente e anche il futuro.
A Ginevra John ha potuto incontrare l'Ambasciatore e la Rappresentanza dell'Italia presso le Nazioni Unite. V. la seguente pagina Facebook: 
Alla conclusione della marcia hanno partecipato anche alcuni amici di Tumaini (Donatella e Antonella): l'associazione è vicina a John e lo incoraggia ormai da diversi anni. Presenti anche rappresentanze congolesi da Bruxelles, Zurigo, Losanna. Dall'Italia sono arrivati anche 22 sostenitori da Torino. Nella marcia John è stato accompagnato da 2 ragazzi, uno italiano e un tedesco di origini peruviane. Ecco un breve resoconto fotografico dell'evento (copyright Antonella):